WORDS BY MORRISSEY

Durante i primi anni ’80 un ragazzo scozzese di nome Robert Mackie era l’amico di penna di Morrissey. Alla fine degli anni ’80 Robert fotocopiò le lettere di Steven in un libretto intitolato “Le parole di Morrissey” e lo rese disponibile a chiunque ne facesse richiesta, al costo delle sole fotocopie.

Dear Paganini,
I’d thank you for your letter, but why should I? You didn’t thank me for mine. And please don’t call me “Steve”; it reminds me of the Bionic man, to whom I bear little resemblance. It’s almost worse than being called “Stephen” which reminds me of someone with a snotty nose. So, please call me “Steven”. Am I being unreasonable? Actually, I hate the name Steven, but I won’t go into THAT. Rob is a strange name. Is it short for Rabid?
I was astounded to see the word “paroxysm” in your epistle – it must have taken you ages to find THAT ONE, Sonny. You may not believe that I’ve seen Scarey Bowie 14 times, but really, that’s YOUR problem. However, the fact remains that I have (and, as the great Dr. Phyliss Chessler M.D. once said, “facts speak louder than statistics”.) I saw Him first on September 3, 1972, and last on May 3, 1976. Why is it so impossible? And you say you’ve never seen him – shame!
I was born in Odessa, Texas. I repeat, why is it so impossible? You have a lot to unlearn, sonny. Are you really 18? My, my, how fascinating. You sound like such a fascinating person. No, I’m not a ‘shop dummy’ (such wit!), I don’t work, except on my genius. I suppose you work in a factory? Your type usually do. Your list of Bowie platters was riveting. I have more or less the same ones. Isn’t life strange?
Do you really like Kate Bush? I’m not surprised. The nicest thing I could say about her is that she’s unbearable. That voice! Such trash! You’ll learn, Sonny. Have you noticed I’ve called you ‘Sonny’ three time? Does it annoy you at all? Please answer. You ask, in your usual mesmerizing manner ‘Why do we slag each other?’. Well, you’re such an easy touch! No, seriously (who’s joking?), YOU encourage it. I’m usually such a pleasant, undemanding soul really. Are you married? Such a silly question!!! Do you live with mom & pops? Do you have any other cheery young ‘n trendies like YOU at home? Tell all.
You say you listen to “some electronics”. Does that mean Miss Numan? If so, it was nice knowing you…
Besides Bowie, I dribble over the New York Dolls, Jobriath, Nico, and Magazine. Have you heard these people?
Did you get many replies to your fab ad? Anyone as fascinating as me? Don’t answer that.
Did you see vintage Bowie on the OGWT 70’s review? Almost funny if the rest of the programme wasn’t such an obvious self-gratification slot for Mother Harris. Nice to see Alice Cooper, and weren’t Roxy Music just Fab City?
So, which is your most treasured Bowie waxing? Or is it possible to say? See, a whole 1/4 page without an insult! “Ah’s losin’ mah touch” as the late great Tallulah Bankhead once said. “Is all life sad?” as the late great Jayne Mansfield said. “Bye, bye, poncho!” I said that.
I’m glad you enjoyed me in Rebel Without A Cause.

Love & trash,
Natalie Wood

morrissey-letters-scan-robert-mackie-5morrissey-letters-scan-robert-mackie-6morrissey-letters-scan-robert-mackie-7morrissey-letters-scan-robert-mackie-8


Caro Paganini,
Ti ringrazierei per la tua lettera, ma perché dovrei? Tu non mi hai ringraziato per la mia. E per favore non chiamarmi “Steve”; mi fa pensare all’uomo Bionico, cui assomiglio ben poco. E’ quasi peggio di essere chiamato “Stephen”, che mi ricorda qualcuno con la puzza sotto il naso. Così, per favore, chiamami “Steven”. Mi trovi irragionevole? In effetti detesto il nome Steven, ma non mi dilungherò sul motivo. Rob è un nome strano. E’ il diminutivo di Rabbioso?
Mi ha riempito di stupore vedere la parola “parossismo” nella tua epistola – ci devi aver messo secoli per trovarla, Figliolo. Puoi anche non credere che ho visto Scarey Bowie 14 volte ma, davvero, è un tuo problema. Comunque, il fatto è che l’ho visto realmente (e, come disse una volta il grande dottor Phyliss Chessler M.D., “i fatti parlano più forte della statistica”). L’ho visto la prima volta il 3 Settembre 1972, e l’ultima il 3 Maggio 1976. Perché ti sembra così impossibile? E tu dici di non averlo mai visto – vergogna!
Io sono nato a Odessa, in Texas. Ripeto, perché è così impossibile? Hai molto da disimparare, Figliolo. Hai davvero 18 anni? Mio Dio, che affascinante. Sembri proprio una persona affascinante. No, non faccio il manichino in un negozio (spiritoso!), non lavoro, tranne che sul mio genio. Immagino che tu lavori in fabbrica? I tipi come te di solito lo fanno. La lista dei tuoi dischi di Bowie è interessante. Ho più o meno gli stessi. Non è strana la vita?
Davvero ti piace Kate Bush? Non mi sorprende. La cosa più carina che posso dire di lei è che è intollerabile. Quella voce! Che obbrobrio! Imparerai, Figliolo. Hai notato che ti ho chiamato “Figliolo” per tre volte? Ti infastidisce? Per favore rispondi. Mi chiedi, nella tua solita incantevole maniera, “Perché ci sfottiamo a vicenda?”. Ecco, tu sei un bersaglio così facile da sfottere! No, sul serio (e chi scherza?), tu mi incoraggi a farlo. Sono generalmente un’anima piacevole e davvero poco esigente. Sei sposato? Che domanda sciocca!!! Vivi con mamma e papà? C’è qualche altro giovincello euforico e di tendenza come te a casa? Dimmi tutto.
Dici che ascolti “un po’ di elettronica”. Intendi la signorina Numan? Se è così, è stato un piacere conoscerti…
Oltre a Bowie mi piacciono le New York Dolls, Jobriath, Nico e i Magazine. Hai mai sentito di queste persone?
Hai ricevuto molte risposte al tuo annuncio favoloso? Qualcuno affascinante come me? Non rispondere.
Hai visto quel vecchio filmato di Bowie all’Old Grey Whistle Test? Quasi divertente se il resto del programma non fosse stato un tale auto-compiacimento per Mother Harris. Bello vedere Alice Cooper, e non erano forse meravigliosi i Roxy Music?
Allora, qual è il cimelio di Bowie più prezioso che hai? O non lo puoi dire? Guarda, un quarto di pagina senza nemmeno un insulto! “Sto perdendo lo smalto”, come disse una volta il grande Tallulah Bankhead. “Non è triste la vita?”, come disse una volta la grande Jane Mansfield. “Ciao ciao, poncho!”. Questo l’ho detto io.
Sono felice ti sia piaciuta la mia interpretazione in Gioventù Bruciata.

Amore e spazzatura,
Natalie Wood

WORDS BY MORRISSEY

Durante i primi anni ’80 un ragazzo scozzese di nome Robert Mackie era l’amico di penna di Morrissey. Alla fine degli anni ’80 Robert fotocopiò le lettere di Steven in un libretto intitolato “Le parole di Morrissey” e lo rese disponibile a chiunque ne facesse richiesta, al costo delle sole fotocopie.

Dear person,
So nice to know there’s another soul out there, even if it is in Glasgow. Does being Scottish bother you? Manchester is a lovely place, if you happen to be a bedridden deaf mute. I’m unhappy, hope you’re unhappy too.

In poverty,
Steven


Cara persona,
è bello sapere che c’è un’altra anima là fuori, anche se si trova a Glasgow. Ti scoccia essere scozzese? Manchester è un posto molto piacevole, se sei sordo, muto e costretto in un letto. Io sono infelice, spero lo sia anche tu.

In povertà,
Steven